Superbike a Misano, venerdì difficile per Savadori e De Angelis

Il pilota cesenate ha sofferto in particolar modo il nuovo asfalto: "Ci ha dato un po' fastidio - confessa Savadori -, poi mentre stavo migliorando ho fatto un piccolo errore che ha compromesso la prestazione"

Foto di Marzio Bondi

Soffre l'Aprilia nel venerdì di Misano, teatro dell'ottavo round del mondiale Superbike. Lorenzo Savadori e Alex De Angelis dovranno iniziare la loro qualifica per la composizione della griglia di partenza dalla Superpole 1. Il pilota cesenate ha sofferto in particolar modo il nuovo asfalto: "Ci ha dato un po' fastidio - confessa Savadori -, poi mentre stavo migliorando ho fatto un piccolo errore che ha compromesso la prestazione. E' un peccato perchè mi sarei qualificato per la Superpole 2". Non succedeva dal Gran Premio della Thailandia; ma ciò malgrado il campione del mondo in carica della classe Superstock non perde il sorriso: "Sono fiducioso che la squadra mi darà una mano per la qualifica".

Più complessa la situazione di De Angelis. Il sammarinese ha provato una delle nuove gomme posteriori messe a disposizione dalla Pirelli trovando subito un buon feeling. Nel turno pomeridiano è incappato in due scivolate, una delle quali mentre stava migliorando i propri parziali alla curva 14. "Le condizioni sono cambiate molto rispetto al mattino - precisa De Angelis -. C’era meno sole e molto vento in più e fin da subito questo ha reso difficile migliorare i tempi. Abbiamo combattuto con le solite problematiche fino a che negli ultimi minuti abbiamo provato una gomma nuova portata dalla Pirelli che mi è piaciuta molto e che mi aiutava dove soffro di più, cioè nella prima parte di apertura di gas e in uscita di curva".

Dall'inviato, Maurizio Mari

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -