Superbike, nel caos svetta Fabrizio. Bene Biaggi

Superbike, nel caos svetta Fabrizio. Bene Biaggi

Superbike, nel caos svetta Fabrizio. Bene Biaggi

IMOLA - Nemmeno il grande Alfred Hitchcock avrebbe immaginato un ritorno così caotico della Superbike a Imola. Al pronti via, la prima sessione di prove libere è stata interrotta a causa delle pessime condizioni della pista, resa scivolosa dalla presenza di olio perduta la scorsa settimana da una vettura impegnata nel campionato Wtcc. A farne le spese è stato l'inglese Tom Sykes (Yamaha), scivolato alla variante del tamburello fortunatamente senza gravi conseguenze.

 

>LA PRIMA GIORNATA DI PROVE

 

I piloti si sono così riuniti nella pit lane discutendo sul da farsi. Tutti hanno avuto la sensazione di aver la gomma bucata e per questo motivo sono rientrati ai box", ha commentato a caldo Max Biaggi (Aprilia). "C'è poco grip, si rischia di scivolare", ha aggiunto il 'Corsaro'. "La pista non è buona - gli ha fatto eco Fonsi Nieto (Ducati DFX Corse) -. Sembrava di stare sul ghiaccio. Però per pulirla bisogna girare altrimenti siamo punto e a capo".''Non si sta in piedi'', ha dichiarato il leader del mondiale Ben Spies. Così la direzione di gara, a scopo precauzionale, ha fatto ripulire l'asfaldo, ritardando la sessione alle 17.45.

 

Dopo un inizio prudente, i piloti hanno cominciato finalmente a spingere. Al calar del sole il più veloce è stato il portacolori della Ducati del Team Xerox Michel Fabrizio, che ha girato in 1'49''895. Alle sue spalle staccato di 230 millesimi si è piazzata la Honda del team Ten Kate di Carlos Checa. La prima fila provvisoria è completata da Spies (1'50''213) e dall'irlandese Jonathan Rea (Honda Ten Kate, +0.413).

 

Ottimo quinto tempo per Biaggi (1'50''515), che nei test dello scorso luglio aveva faticato a trovare il miglior set-up con la sua RSV4. Il pilota dell'Aprilia, fresco papà (ai box ha ricevuto gli auguri dal mondo del ‘Circus' delle due ruote, tra cui gli ospiti Fausto Gresini e Marco Lucchinelli), ha preceduto il giapponese della Suzuki del team Alstare Yukio Kagayama per un solo millesimo. Chiudono la top ten gli inglesi Leon Haslam (Honda) e Shane Byrne (Ducati Sterilgarda), e l'australiano Troy Corser con una Bmw particolarmente efficace sui 4.936 metri del Santerno.

 

Grande curiosità attorno al debutto di Marco Simoncelli con una moto a quattro tempi. Il campione del mondo in carica della 250cc, che ha preso il posto del malconcio Shinya Nakano, ha chiuso la giornata a 1.195 dal vertice. L'aver girato poco in pista l'ha certamente penalizzato più degli altri: "E' esattamente dove avevo immaginato di trovarmi", ha affermato il pilota di Coriano. ‘Super Sic' si è trovato a che fare con un ambiente diverso rispetto al Motomondiale: "il paddock è aperto al pubblico, qui si sente molto la passione" ha commentato Simoncelli.

 

Simoncelli si è piazzato davanti al grande rivale di Spies per la conquista del campionato, il ‘Samurai' della Ducati Noriyuki Haga. Il giapponese ha accusato un ritardo di 1.217, piazzando la sua 1198 davanti al cesenate Lorenzo Lanzi (Ducati DFX Corse). I bolidi delle derivate di serie torneranno in pista dalle 10.45 alle 11.30 per l'ultima sessione di qualifiche: i migliori venti so giocheranno la Superpole (ore 15).

 

I TEMPI

 

1- Michel Fabrizio - Ducati Xerox Team - Ducati 1198 F09 - 1′49.895
2- Carlos Checa - HANNspree Ten Kate Honda - Honda CBR 1000RR - + 0.230
3- Ben Spies - Yamaha World Superbike Team - Yamaha YZF R1 - + 0.318
4- Jonathan Rea - HANNspree Ten Kate Honda - Honda CBR 1000RR - + 0.413
5- Max Biaggi - Aprilia Racing - Aprilia RSV4 Factory - + 0.620
6- Yukio Kagayama - Suzuki Alstare BRUX - Suzuki GSX-R 1000 K9 - + 0.621
7- Leon Haslam - Stiggy Racing Honda - Honda CBR 1000RR - + 0.821
8- Shane Byrne - Team Sterilgarda - Ducati 1198 RS - + 0.906
9- Jakub Smrz - Guandalini Racing - Ducati 1198 RS - + 0.911
10- Troy Corser - BMW Motorrad Motorsport - BMW S1000RR - + 0.981
11- Matthieu Lagrive - Honda Althea Racing - Honda CBR 1000RR - + 1.108
12- Marco Simoncelli - Aprilia Racing - Aprilia RSV4 Factory - + 1.195
13- Noriyuki Haga - Ducati Xerox Team - Ducati 1198 F09 - + 1.217
14- Lorenzo Lanzi - DFX Corse - Ducati 1198 RS - + 1.438
15- Karl Muggeridge - Suzuki Alstare BRUX - Suzuki GSX-R 1000 K9 - + 1.632
16- Ruben Xaus - BMW Motorrad Motorsport - BMW S1000RR - + 1.874
17- Makoto Tamada - Kawasaki World Superbike Racing Team - Kawasaki ZX 10R - + 2.003
18- Tom Sykes - Yamaha World Superbike Team - Yamaha YZF R1 - + 2.027
19- Broc Parkes - Kawasaki World Superbike Racing Team - Kawasaki ZX 10R - + 2.059
20- Fonsi Nieto - DFX Corse - Ducati 1198 RS - + 2.191
21- Ryuichi Kiyonari - Ten Kate Honda Racing - Honda CBR 1000RR - + 2.288
22- Matteo Baiocco - Guandalini Racing - Ducati 1198 RS - + 2.551
23- Luca Scassa - Team Pedercini - Kawasaki ZX 10R - + 2.897
24- Luca Conforti - Barni Racing Team - Ducati 1198 RS - + 3.494
25- Vittorio Iannuzzo - Squadra Corse Italia - Honda CBR 1000RR - + 4.213
26- David Salom - Team Pedercini - Kawasaki ZX 10R - + 4.363
27- David Checa - Yamaha France GMT94 Ipone - Yamaha YZF R1 - + 4.533

 

Dal nostro inviato, Giovanni Petrillo

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -