Superbike, preview Monza. Riprende la caccia a Leon Haslam

Superbike, preview Monza. Riprende la caccia a Leon Haslam

Superbike, preview Monza. Riprende la caccia a Leon Haslam

MONZA - Il ‘Circus' della Superbike approda al tempio della velocità di Monza. Occhi puntati su Leon Haslam, figlio di quel Ron ‘Rocket' Haslam che per tanti anni ha militato nelle gare della 500 GP, che dopo quattro round del campionato delle derivate di serie guida la classifica con 148 punti, con un margine di venti lunghezze su Max Biaggi. Il pilota dell'Aprilia potrà fare affidamento sulle potenzialità della sua Aprilia, competitività sui tracciati veloci.

 

"Monza è una pista speciale che amplifica ogni risultato perchè mette alla frusta sia il mezzo tecnico sia il pilota - ha spiegato Luigi Dall'Igna, direttore tecnico e sportivo di Aprilia Alitalia Racing Team -. Puntiamo a fare bene, sappiamo di avere una moto competitiva e due piloti forti e motivati. Ma in un campionato così duro, con valori vicinissimi, bisogna sempre lavorare sodo. Confidiamo in un meteo positivo, per lo spettacolo in pista la pioggia non è certo la condizione migliore".

 

L'appuntamento brianzolo sarà banco di prova per la Ducati, in crisi di risultati con Noriyuki Haga e Michel Fabrizio. Dopo la buona partenza in Australia, entrambi i piloti del team ufficiale hanno faticato più del previsto per recuperare terreno. Haga è riuscito a salire sul gradino più alto del podio solo nella seconda manche di Valencia, mentre Fabrizio ha mancato la vittoria per una manciata di centimetri nella prima di Phillip Island.

 

Se soffrono le 1198 ufficiali, volano quelle clienti. Soprattutto con Carlos Checa, quarto in campionato con 103 punti. Lo spagnolo è preceduto dall'ex compagno di squadra in Honda, Jonathan Rea, risalito prepotentemente nella classifica Piloti dopo la doppietta di Assen. Il giovane irlandese dopo gli ultimi aggiornamenti sulla sua CBR1000RR non nasconde le sue ambizioni, mentre il compagno box Max Neukirchner sta gradualmente ritrovando fiducia nei suoi mezzi.

 

La tappa lombarda sarà la gara di casa per la Yamaha. Il ritorno di James Toseland in Superbike dopo due anni in MotoGp non è stato facile ma la famigerata perseveranza dell'inglese lo ha premiato con tre podi negli ultimi quattro gare, un risultato che lo ha portato al quinto posto in classifica. L'impatto del compagno di squadra Cal Crutchlow è frutto di una guida spettacolare e la conquista di due Superpole hanno portato l'inglese alla ribalta nella sua stagione d'esordio nella massima categoria.

 

Occhi puntati sulla BMW, a caccia del primo podio. A Monza la quattro cilindri tedesca può sfruttare tutta la sua potenza. L'effetto del manager Tardozzi comincia a farsi sentire e il due volte campione del mondo Troy Corser, che insieme a Ruben Xaus, stanno rapidamente portando avanti lo sviluppo. Continua la crisi per la Kawasaki La caduta di Chris Vermeulen a Phillip Island con conseguente stop a Portimao e Valencia per i postumi dell'infortunio al ginocchio hanno ridimensionato i sogni della "verdona". Tom Sykes ci sta mettendo tanto del suo ma per il momento i risultati non arrivano.

 

Oltre a Biaggi, la truppa sarà rappresentata dignitosamente anche dal cesenate Lorenzo Lanzi (DFX), dall'aretino Luca Scassa (Supersonic) e da Matteo Baiocco (Kawasaki team Pedercini). Da non dimenticare anche Jakub Smrz, nella squadra di Marco Borciani e Mirko Guandalini. Il pilota ceco, competitivo in prova, deve solo confermarsi in gara.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -