Superbike, Rea ammette: "Non potevamo vincere e ci siamo accontentati"

Jonathan Rea archivia il weekend dell'autodromo Enzo e Dino Ferrari con un doppio secondo posto allle spalle di Chaz Davies

"Quando non possiamo vincere, è importante finire in seconda posizione e così abbiamo fatto a Imola". Jonathan Rea archivia il weekend dell'autodromo Enzo e Dino Ferrari con un doppio secondo posto allle spalle di Chaz Davies. Ora tra il portacolori della Kawasaki e il gallese della Ducati ci sono 35 punti. "Chaz è stato molto veloce al via ed ha subito guadagnato molti decimi - ha esordito il nordilrandese nella sua analisi -. Avevo comunque il suo stesso passo, poi ho commesso un errore alla variante bassa, finendo sull'erba sintetica ancora bagnata". Ma per Rea anche un problema alla sua "verdona": "All'improvviso ho avuto un calo di potenza e ho perso tre secondi. Fortunatamente tutto è ripreso a funzionare".

Tom Sykes, come sabato, ha chiuso Gara 2 al terzo posto, recriminando il tempo perso nel turno di libere del venerdì: "Rispetto a Gara 1 mi sono sentito più a mio agio con la moto, ma quando ero da solo riuscivo ad esser più consistente. Nel finale, nonostante un errore alla Rivazza, ho fatto un buon 47"7". L'ex campione del mondo vede il bicchiere mezzo pieno: "Ci sono alcuni aspetti positivi da considerare in questo weekend. E' chiaro che non si piò esultare per il terzo posto, ma a volte bisogna essere contenti di questo risultato".

Dall'inviato, Giovanni Petrillo

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -