Superbike, strepitosa Superpole di Max Biaggi a Monza

Superbike, strepitosa Superpole di Max Biaggi a Monza

Superbike, strepitosa Superpole di Max Biaggi a Monza

MONZA - Straordinaria Superpole di Max Biaggi nel tempio della velocità di Monza. Sarà infatti il ‘Corsaro' dell'Aprilia a scattare davanti a tutti nel Gran Premio d'Italia, quinta prova del mondiale Superbike. Il pilota romano ha scaldato i cuori dei tantissimi appassionati che sono accorsi allo storico autodromo brianzolo, staccando un incredibile 1'42''121 e la velocità record di 330 chilometri orari. Per Biaggi la buona opportunità di bissare la doppietta di Portimao.

 

"E' stata dura - ha affermato a caldo il quattro volte campione del mondo della 250cc -. Sono riuscito a conquistare la mia prima Superpole e c'è un minimo di emozione. Non vale tanto, ma per noi è significativa". Biaggi ha ringraziato tutta l'equipe della casa di Noale "che si sta dando tanto da fare".

 

Sui lunghi rettilinei della pista di Monza l'Aprilia vola: "La moto va abbastanza bene, dovremo fare qualche regolazione e cercare il giusto compromesso - ha confermato il ‘Corsaro' -. Qui ci si può esprimere bene. Sarà però una gara dura perché ci sono altre moto competitive". Alle spalle del romano scatterà l'inglese Cal Crutchlow (Yamaha Team Sterilgarda), staccato di soli 33 millesimi.

 

Ritrova il sorriso Michel Fabrizio, che ha portato la sua Ducati 1198 del team Xerox al terzo posto davanti alla Honda del team Ten Kate di Jonathan Rea. "Sono molto contento - ha affermato il romano -. E' una piccola rinascita dopo le difficoltà incontrate in Portogallo prima e Spagna e Olanda poi. E' una prima fila presa per i denti, va bene così".

 

Dalla quinta posizione scatterà la Suzuki del leader del mondiale Leon Haslam, davanti alla Bmw di Ruben Xaus (scivolato senza conseguenze nella nuova variante) alla Yamaha Sterilgarda di James Toseland e alla sorprendente Kawasaki di Tom Sykes. La terza fila sarà aperta dalla Honda del team Ten Kate del tedesco Max Neukirchner davanti all'aretino Luca Scassa (Ducati Supersonic), allo spagnolo Carlos Checa (Ducati Althea) e alla Bmw di Troy Corser. Tredicesimo Leon Camier (Aprilia), caduto nelle fasi finali della SP2 all'uscita della Variante Ascari.

 

Malissimo Noriyuki Haga, solo 15esimo con la sua Ducati del team Xerox. Sconsolatissimo il giapponese, rimasto a lungo seduto ai box. Male Lorenzo Lanzi, solo 19esimo con la sua Ducati del team DFX Corse davanti alla Kawasaki del team Pedercini di Matteo Baiocco. Ventitreesimo Vittorio Iannuzzo (Honda Garvie Image).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -