Superbike, super rientro di Biaggi. Il romano sfiora il record di Misano

Diciotto i giri completati dal sei volte campione del mondo, martellando costantemente sull'1'36”2; un passo che nemmeno il leader del campionato Jonathan Rea è riuscito a sostenere

Clamoroso rientro in pista per Max Biaggi. Nel primo turno di prove libere del Gran Premio della Riviera di Rimini a Misano, ottavo round del mondiale Superbike, il “Corsaro”, 44 primavere il prossimo 26 giugno, ha messo tutti in riga, fissando il miglior tempo in 1'35”684, ad appena 55 millesimi dal record della pista di Tom Sykes nel 2014. Il sei volte campione del mondo, in sella all'Aprilia RSV4 con livrea che ricorda i titoli conquistati nel 2010 e nel 2012, si issato in cima alla lista dei tempi sin dai primi minuti.

Diciotto i giri completati dal sei volte campione del mondo, martellando costantemente sull'1'36”2; un passo che nemmeno il leader del campionato Jonathan Rea è riuscito a sostenere. Il dominatore del campionato (10 successi in 14 gare) ha chiuso col terzo tempo a 517 millesimi, preceduto dalla Ducati di Chaz Davies (+0.472). Solo sesto Sykes, ad oltre sei decimi, preceduto dalla sorpresa Reiterberger wild-card con la Bmw del team VanZon Remeha), e dalla Honda di Sylvain Guintoli.

Male le Aprilia, con Jordi Torres settimo e Leon Haslam nono, rispettivamente a 772 e 941 millesimi.  Peggio ha fatto Davide Giugliano, caduto dopo appena tre curve e costretto a saltare tutta la sessione. A terra anche la Honda del giovane Michael van der Mark, con il pilota fortunatamente senza conseguenze fisiche.  Così gli italiani: Ayrton Badovini (Bmw) ha chiuso col decimo tempo; Matteo Baiocco, 12esimo, si è messo alle spalle il compagno di squadra Niccolò Canepa. Quattordicesimo, al rientro dopo un lungo stop, Luca Scassa, con la terza delle Ducati ufficiali schierate dal team Aruba. 

Dall'inviato, Giovanni Petrillo

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -