Superbike, test a Imola. Arriva il record di Crutchlow, Byrne all'ospedale

Superbike, test a Imola. Arriva il record di Crutchlow, Byrne all'ospedale

Superbike, test a Imola. Arriva il record di Crutchlow, Byrne all'ospedale

IMOLA - E' arrivato il record nell'ultima delle due giornate di test Superbike all'autodromo ‘Enzo e Dino Ferrari' di Imola. Cal Crutchlow, al penultimo dei 125 giri totalizzati tra martedì e mercoledì, ha fermato il cronometro sull'incredibile tempo di 1'47''478, 257 millesimi più rapido della Superpole realizzata nel 2009 da Michel Fabrizio, facendo la differenza nel secondo e terzo settore della pista, ovvero dal Tamburello all'uscita delle Acque Minerali

.

L'inglese della Yamaha del team Sterilgarda ha preceduto la Ducati di Fabrizio, che al mattino aveva fatto registrare un ottimo 1'47''854. Il pilota di Frascati ha trovato fin dal primo giorno un ottimo feeling con le nuove coperture portate al Santerno dalla Pirelli. Si tratta di una serie di mescole, alcune delle quali saranno usate nella seconda parte della stagione, altre nel 2011. Dietro la rossa numero 84 si è piazzata la Suzuki di Leon Haslam, con il crono di 1'47''966 realizzato martedì pomeriggio.

 

Per il figlio di Ron ‘Rocket' Haslam, che per tanti anni ha militato nelle gare della 500, è stato un mercoledì tutt'altro che semplice. Al mattino ha dovuto fare i conti prima con un inconveniente meccanico con la sua GSX-R e poi con una rovinosa caduta senza conseguenze fisiche. Nel pomeriggio si è invece scontrato con la Ducati di Shane Byrne alla Rivazza. Secondo una prima ricostruzione Haslam non è riuscito ad evitare il portacolori del team Althea Racing che stava procedendo lentamente.

 

Nell'incidente ha avuto la peggio Byrne, con un taglio alla mano sinistra con sospetta frattura del secondo metacarpo. Il britannico è stato poi trasportato all'ospedale di Imola per gli accertamenti del caso. Competitivo Jonathan Rea, quarto con la sua Honda del team Ten Kate a 422 millesimi da Crutchlow. L'irlandese (così come il compagno di squadra Max Neukirchner, 15esimo) ha concluso la sessione a metà pomeriggio dopo aver testato tutte le gomme portate dalla Pirelli.

 

 In ripresa Noriyuki Haga, quinto con la sua Ducati del team Xerox (1'48''096), davanti alla Ducati Althea di Carlos Checa (1'48''147), che ha girato con gomme standard. Settima la Bmw di Ruben Xaus (1'48''329) davanti alla Ducati di Byrne. Quindi c'è Max Biaggi, che ha realizzato il crono di 1'48''690 all'ultimo dei 114 giri completati nella due giorni. Chiude la top ten la Kawasaki di Tom Sykes.

 

Solo undicesimo James Toseland (Yamaha Sterilgarda), a 1'553 dal compagno di squadra, davanti alla Bmw di Troy Corser, protagonista di una scivolata senza conseguenze fisiche alla Variante Bassa. Tredicesimo Leon Camier (1'49''186) davanti alla Suzuki di Sylvain Guintoli, alla Honda di Neukirchner, alla Honda del team Echo Crs di Broc Parkes e alla Suzuki del malconcio Chris Vermeulen. Anche la sessione di mercoledì è stata caratterizzata dal caldo torrido: 33°C la temperatura dell'aria e 52°C quella dell'asfalto.

 

Ora i bolidi della Superbike torneranno in pista nel weekend del 9-11 luglio per il Gran Premio della Repubblica Ceca a Brno, pista tradizionalmente amica a Biaggi, che nel 2009 ha regalato proprio sul tracciato ceco la prima vittoria alla casa di Noale al ritorno nel campionato delle derivate di serie.

 

Dall'inviato Giovanni Petrillo

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -