Superbike, test a Imola. Fabrizio vicinissimo al record, caduta per Haslam

Superbike, test a Imola. Fabrizio vicinissimo al record, caduta per Haslam

Michel Fabrizio in azione (foto Argnani)

IMOLA - Vola Michel Fabrizio nel turno mattutino della seconda ed ultima giornata di test Superbike all'autodromo ‘Enzo e Dino Ferrari' di Imola. Il pilota della Ducati del team Xerox ha completato 37 giri, il più rapido in 1'47''854, abbassando di 112 millesimi il limite stabilito martedì da Leon Haslam (Suzuki) ed avvicinandosi al tempo record fissato da lui stesso nel 2009 in Superpole (1'47''735). Alle spalle del pilota di Frascati si è piazzata la Honda di Jonathan Rea.

 

>LE IMMAGINI DEI TEST, foto di Massimo Argnani

 

L'irlandese del team Ten Kate ha girato in 1'47''990, precedendo di 252 millesimi Haslam. Per il britannico un problema tecnico ed un piccolo brivido nel finale di sessione, con una rovinosa caduta proprio nei minuti finali che di fatto ha chiuso i lavori della mattinata. Danneggiata la sua GSX-R, mentre per il pilota nessuna conseguenza fisica. Ad assisterlo ai box la sua fidanzata Holly.

 

Quarto tempo per la Yamaha del team Sterilgarda di Cal Crutchlow (1'48''320), appena nove millesimi più veloce di Ruben Xaus. Sesto Noriyuki Haga, a 510 millesimi dal compagno di squadra, autore di un'innocua scivolata a mezz'ora dal termine della sessione alla Tosa. Seguono la Ducati del team Althea di Carlos Checa (1'48''868) davanti alla sorprendente Kawasaki di Tom Sykes, alla Bmw di Troy Corser (+1.225), alla Ducati Althea di Shane Byrne e alla Suzuki di Sylvain Guintoli.

 

Solo 12esimo tempo per Max Biaggi (1'49''429), con all'attivo 25 giri, davanti alla Yamaha del team Sterilgarda di James Toseland (1'49''555), alla Honda di Max Neukirchner e al compagno di squadra Leon Camier (+1.869). Chiudono la classifica la Kawasaki di Chris Vermeulen e la Honda del tem Echo CRS di Broc Parkes.  

 

La sessione in condizioni di grande caldo, con la temperatura dell'aria di 30°C e quellla dell'asfalto di 49°C. I piloti si stanno concentrando in particolar modo alle nuove mescole di pneumatici portati dal fornitore unico del campionato, Pirelli. Alcune di queste saranno utilizzate già nella seconda parte della stagione, le altre (come quelle provate a Misano alcune settimane fa da Troy Bayliss, Alex Hoffman e Steve Martin) nel 2011.

 

Fabrizio si è detto particolarmente soddisfatto sia del comportamento dell'anteriore che del posteriore, mentre Haga decisamente meno.  Dopo la pausa pranzo, i piloti torneranno in pista alle 14.30.

 

Dall'inviato Giovanni Petrillo

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -