Superbike, Davies trionfa a Imola: "E' stata una gara perfetta"

Chaz Davies ha fatto sua Gara 1 del Gran Premio d'Italia, quinto round del mondiale Superbike, staccando di oltre tre secondi le Kawasaki di Jonathan Rea e di Tom Sykes

Foto di Daniele Arfelli

La Ducati torna a vincere a Imola dopo un lungo digiuno. Chaz Davies ha fatto sua Gara 1 del Gran Premio d'Italia, quinto round del mondiale Superbike, staccando di oltre tre secondi le Kawasaki di Jonathan Rea e di Tom Sykes. Grande festa all'autodromo Enzo e Dino Ferrari per i tanti appassionati ducatisti, che hanno riempito il paddock e le tribune del sali e scendi del Santerno. Scattato dalla Superpole, il gallese ha condotto la gara dalla prima all’ultima curva, staccando anche il giro veloce in gara (nuovo record del tracciato, 1’46.700

“È stata una gara perfetta - ha esordito Davies -. Sono partito bene e mi sono messo a spingere a testa bassa fin dai primi giri. Inizialmente ho lottato testa a testa con Rea, dopo qualche giro ho provato a dare uno strappo e mi hanno segnalato che avevo preso margine, ma non mi sono rilassato ed ho tenuto lo stesso ritmo il più a lungo possibile". Davies dopo la festa del podio si è intrattenuto con i tifosi per foto ed autografi: "Vincere qui è diverso da qualsiasi altra pista, Imola è ‘casa’ per Ducati ed una vittoria qui ha un sapore speciale". La rossa ha mostrato un'ampia crescita dopo la tappa di Aragon: "Gli aggiornamenti di motore ci hanno consentito di lottare alla pari, e voglio ringraziare Ducati per avermi dato un pacchetto così completo. Dobbiamo continuare così, sperando di riuscire a ripeterci domenica. Con la pioggia in arrivo dobbiamo essere pronti per ogni evenienza”.

Davide Giugliano, dopo una Superpole chiusa al secondo posto, ha confermato miglioramenti significativi per quanto riguarda la competitività sulla lunga distanza rispetto al venerdì, terminando la gara in quinta posizione nonostante un calo di rendimento della moto dovuto allo sfilamento di un collettore di scarico a seguito di un cambio marcia. "La gara era iniziata tutto sommato bene - ha affermato il romano -. Non mi è stato possibile tenere il passo dei primi, ma stavo cercando di gestire le gomme per riavvicinarmi e lottare per il podio nella seconda parte di gara". Quindi il problema: "Dopo pochi giri ho accusato un calo di potenza ed ho dovuto giocare in difesa. La cosa buona è che siamo comunque riusciti a finire la gara, portando a casa dei punti importanti". Giugliano guarda il lato positivo: "Non siamo ancora competitivi come vorremmo ma rispetto al venerdì abbiamo fatto un bel passo avanti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dall'inviato, Giovanni Petrillo

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -