Suzuka, monologo Red Bull. Vince Vettel, Alonso buon terzo

Suzuka, monologo Red Bull. Vince Vettel, Alonso buon terzo

Suzuka, monologo Red Bull. Vince Vettel, Alonso buon terzo

SUZUKA - Tutto secondo previsioni. La Red Bull ha dominato il Gran Premio del Giappone, quartultima prova del mondiale di F1. Sul gradino più alto del podio è salito Sebastian Vettel davanti al compagno di squadra Mark Webber e Fernando Alonso. Il ferrarista ha così centrato il suo personale obiettivo di chiudere la gara, la più difficile sulla carta per il Cavallino, nelle prime tre posizioni. Webber resta leader del campionato con 220 punti.

 

L'australiano ha un margine di 14 punti su Vettel e Alonso. Perdono contatto in classifica Lewis Hamilton (192 punti) e Jenson Button (189), con il primo costretto a cedere la quarta posizione al compagno di squadra per un problema al cambio. La Red Bull, che a Suzuka ha conquistato il settimo successo stagionale, il 13esimo della carriera del team, ha rafforzato la leadership nel campionato Costruttori con 426 punti. Seguono McLaren con 381 punti e Ferrari con 331.

 

Gara tutto sommato noiosa, animata nelle fasi iniziali da due spettacolari incidenti che hanno visto coinvolti Nico Hulkenberg (Williams) e Vitaly Petrov (Renault) nel primo e Felipe Massa (Ferrari) e Tonio Liuzzi (Force India) nel secondo. L'ingresso della safety car ha compattato il gruppo. Al secondo giro il primo colpo di scena, con il ritiro di Robert Kubica (Renault) per la perdita della posteriore destra, probabilmente avvitata male. Quando la macchina di sicurezza è rientrata ai box, Vettel e Webber hanno imposto il loro ritmo alla gara, staccando Alonso e le McLaren.

 

Hamilton ha poi dovuto cedere il passo a Button per un problema al cambio fresco di sostituzione.  Alle spalle dei big da segnalare soltanto il duello tutto Mercedes, con Nico Rosberg bravo ad opporsi correttamente ai disperati tentativi di Michael Schumacher. L'ex ferrarista ha guadagnato la settima posizione grazie alla perdita della posteriore sinistra di Nico, che si è poi dovuto ritirare per un'uscita di strada. Schumacher ha preceduto un eccellente Kamui Kobayashi.

 

Il portacolori della Sauber si è esaltato davanti al pubblico di casa, tirando fuori dal cilindro una gara da ‘Samurai' con una raffica di spettacolari sorpassi. Il nipponico ha preceduto il compagno di squadra Nick Heidfeld, Rubens Barrichello (Williams) e Sebastien Buemi (Toro Rosso). Tra due settimane si vola in Corea, su una pista che nessuno conosce e che sembra sarà pronta ad ospitare il ‘Circus' malgrado le tante voci sui ritardi. Yeongam sarà la prima dell'ultime tre finali decisive.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -