Test a Barcellona, Massa: ''Abbiamo una vettura competitiva''

Test a Barcellona, Massa: ''Abbiamo una vettura competitiva''

Test a Barcellona, Massa: ''Abbiamo una vettura competitiva''

MONTMELO' - Affidabilità e competitività: la Ferrari F10 è la monoposto che ha più impressionato in questa fase di test invernali. Ora non resta che attendere il primo verdetto: dal 12 marzo si comincerà a fare sul serio in Bahrain con le prime sessioni di prove libere. Nell'ultima giornata di test al Montmelò Felipe Massa ha chiuso al terzo posto a 67 millesimi dalla McLaren Mercedes di Lewis Hamilton. Il brasiliano, dopo le fatiche invernali, è apparso soddisfatto.

 

"Volevamo avere una macchina competitiva e credo che abbiamo raggiunto questo obiettivo - ha dichiarato il ferrarista -. Abbiamo raggiunto un buon livello di affidabilità, il che è molto importante". Massa domenica mattina ha girato in condizioni da qualifica, ma ha tenuto a precisare di aver "girato con tanta benzina a bordo". Difficile, tuttavia, definire i veri valori in campo: "L'ultima classifica dice Hamilton ma siamo tutti in pochi decimi".

 

"Credo che noi siamo nel gruppo di quelli che hanno fatto bene in questi test, come si è visto in quest'ultima giornata di prove, quando in tanti abbiamo girato simulando la qualifica", ha aggiunto il brasiliano, evidenziando di non esser "affatto d'accordo con chi dice che noi siamo i più forti: credo che siamo lì, insieme a diverse squadre". In Bahrain, insomma, ci si può attendere una Ferrari competitiva: "Non posso dire che vinceremo, so però che lotteremo per riuscirci".

 

Al Montmelò si è vista una F10 aggiornata rispetto alle precedenti uscite di Jerez e Valencia: "Qui avevamo portato alcune modifiche aerodinamiche, che hanno migliorato il rendimento della vettura: ora si tratterà di continuare a lavorare in questa direzione. Poi l'importante è essere davanti alla fine dell'anno, non adesso".

Dopo quindici giorni di prove in Spagna resta l'incognita sul comportamento degli pneumatici con temperature elevate: "La situazione potrà essere un po' diversa ma in queste sessioni ci siamo fatti comunque un'idea di come funzioneranno le gomme quest'anno. Magari qualche volta c'è stato troppo freddo per certi tipi di pneumatici che quindi non hanno reso al meglio ma abbiamo potuto comunque raccogliere tante informazioni che saranno utili durante il campionato".

 

Il loro comportamento influirà anche sulle strategie: "se ci dovesse essere un forte degrado, allora magari si renderanno necessarie più soste ma lo scopriremo gara per gara - ha precisato -. Quest'anno, non essendoci più il vincolo del quantitativo di benzina a bordo, il momento in cui saranno effettuate le soste ai box sarà molto più imprevedibile e influirà ancora di più sul risultato finale."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -