Test a Jerez, day 2. Exploit di Kobayashi

Test a Jerez, day 2. Exploit di Kobayashi

Test a Jerez, day 2. Exploit di Kobayashi

JEREZ DE LA FRONTERA - Exploit della Sauber-Ferrari di Kamui Kobayashi nella seconda delle quattro giornate di test di F1 in vista del mondiale che si aprirà il prossimo 14 marzo in Bahrain. Il giapponese, con una monoposto scarica di benzina, ha girato in 1'19''950, precedendo di un nulla (76 millesimi) la Toro Rosso dello svizzero Sebastien Buemi. Terzo riscontro cronometrico per Jenson Button, finalmente a suo agio con la McLaren Mercedes.

 

L'inglese ha totalizzato 83 giri prima di ammutolire in pista il propulsore della sua MP4-25 dopo che l'accensione di una spia d'allarme. "Mi sento al 100% nella vettura", ha confessato il campione del mondo al termine dei test. Alle sue spalle la Williams Cosworth di Nico Hulkenberg (1'20''629) davanti alla Force India-Mercedes di Tonio Liuzzi (1'20''754).

 

"Sfida" a distanza tra Michael Schumacher e Fernando Alonso, entrambi concentrati su una prova di lunga durata. Il tedesco (124 giri, 1'21''083) ha piazzato la sua Mercedes davanti alla Ferrari F10 con un distacco di 341 millesimi. Entrambi hanno lavorato sull'affidabilità delle monoposto, affermando in coro come se si marcassero a uomo: "il risultato è stato soddisfacente".

 

Chiudono la provvisoria griglia di partenza la Renault di Robert Kubica (1'22''003), la Red Bull-Renault di Mark Webber (1'22''043) e la Virgin di Timo Glock. Il tedesco ha potuto completare solamente undici tornate in quanto ha perso l'alettone anteriore. Il dt Nick Wirth ha comunicato che non avendo pezzi di ricambio, non avrebbero potuto proseguire i test in giornata.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -