Test a Jerez, day 4. Alonso: ''Affidabilità ok''

Test a Jerez, day 4. Alonso: ''Affidabilità ok''

Test a Jerez, day 4. Alonso: ''Affidabilità ok''

JEREZ - Sono precisamente 3.195,594 i chilometri percorsi dalla nuova Ferrari F150th Italia nella quattro giornata di test sul tracciato di Jerez De La Frontera, nel sud della Spagna. "L'aspetto migliore di queste prime due sessioni di prove è sicuramente l'affidabilità - ha esordito Fernando Alonso, che domenica ha concluso i lavori dopo esser subentrato sabato a Felipe Massa -. Il nostro obiettivo in questi test è di rendere la vettura la più robusta possibile".

 

Al cronometro si comincerà a guardare in Bahrain, quando la Scuderia di Maranello porterà il primo step di aggiornamenti. Alonso e la Ferrari non guardano alla classifica dei tempi. Tuttavia, ha ammesso, "sarei molto sorpreso se ci fosse una squadra diversa da Red Bull, McLaren, Ferrari, Renault e Mercedes a lottare per la vittoria. La Red Bull ha chiuso l'anno con un vantaggio di circa mezzo secondo sugli altri e sarebbe strano se non fosse la più forte in Bahrain".

 

In questa fase dei test, oltre all'affidabilità, i team stanno studiando le nuove gomme Pirelli: "Sono la novità più grande dell'anno e c'è ancora tanto lavoro da fare per adattare l'assetto della vettura e lo stile di guida a questi pneumatici - ha affermato il due volte campione del mondo -. Per quello che si è visto fino ad ora c'è una durata minore rispetto al passato: questo potrà rendere le gare più spettacolari ma causerà anche più stress per i piloti e per le squadre".

 

Un degrado più consistente dei pneumatici significa strategie differenti e più pit-stop. Tra le incognite anche l'ala mobile: "E' ancora molto presto per capire se effettivamente i sorpassi saranno più facili. Credo che sarà ancora molto difficile dalle prestazioni simili. Il dispositivo funziona bene sulla nostra macchina: non abbiamo mai avuto problemi, nemmeno in frenata."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -