Tirreno-Adriatico, la seconda tappa va a Raffaele Illiano

Tirreno-Adriatico, la seconda tappa va a Raffaele Illiano

Lacrime di gioia sul traguardo per Raffaele Illiano, che ha vinto in una volata a due la seconda tappa della 43esima edizione della Tirreno-Adriatico, con partenza da Civitavecchia ed arrivo a Gubbio, per un totale di 203 km. Il napoletano, attardato in classifica generale a causa di una caduta, si è imposto su Enrico Gasparotto, ora leader della corsa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La fuga di sei corridori, tra cui Axelsson, Gerdemann, Capecchi e Riccò, si è conclusa con la vittoria dell’uomo della Diquigiovanni, che sul traguardo non è riuscito a trattenere la commozione: “Ieri sono caduto e mi hanno dato cinque punti, è una vittoria che aspettavo da cinque anni, ci sono tante persone da ringraziare, da Savio, i miei genitori, mio figlio nato 15 giorni fa, mia moglie, ho le lacrime perchè è una vittoria sofferta, ho fatto un inverno a tutta e adesso spero di continuare così” – ha detto il napoletano al termine della gara.

Ma non sono mancate le polemiche. Furioso infatti Riccardo Riccò, che ha tagliato a piedi il traguardo causa una caduta a 300 metri dall’arrivo. “Mentre stavo rimontando la volata a doppia velocità, Gerdemann era a testa bassa e mi ha sbattuto sulla ruota, avrei vinto facilmente Mi dà fastidio, comunque adesso speriamo mi possa rifare domani” – ha detto Riccò.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -