Totti risponde a Iaquinta, Juve e Roma si neutralizzano

Totti risponde a Iaquinta, Juve e Roma si neutralizzano

Totti risponde a Iaquinta, Juve e Roma si neutralizzano

TORINO - Rammaricarsi per l'occasione persa o compiacersi per aver strappato un punto contro una delle pretendenti allo scudetto? L'attesissimo anticipo della dodicesima giornata di campionato tra Juve e Roma si è concluso con un goal a testa. Tutte nel primo tempo le emozioni. Alla perla da copertina di album di figurine di Iaquinta al 36' ha risposto Totti con un discusso calcio di rigore in pieno recupero. Per il capitano giallorosso si tratta del primo goal in campionato.

 

I bianconeri, in piena emergenza infortuni, hanno infilato l'undicesimo risultato utile consecutivo fra campionato ed Europa League, mentre i capitolini hanno trovato il loro secondo punto in campionato lontano dall'Olimpico, il 14esimo nelle ultime sei giornate. Le occasioni migliori sono state per i bianconeri con Marchisio, Aquilani ed Quagliarella, con il napoletano che ha impegnato l'estremo difensore della Roma Julio Sergio con uno dei suoi colpi.

 

Non sono mancati i momenti di tensione, quando Totti, dopo il rigore del definitivo 1-1, ha zittito i tifosi juventini, infiammando di fatto una gara che si era scaldata per un contatto in piena area di rigore tra Mexes e Chiellini in scivolata. "La mia squadra meritava di vincere e così non è stato. Io dico che questa squadra ha carattere perché non ci rassegniamo ad essere comparse", ha affermato Gigi Delneri, soddisfatto della prestazione dei suoi.

 

"Bisogna finalizzare ed è quello che stavamo facendo - ha continuato l'allenatore della Juventus -. Non è una partita di pugilato dove si vince ai punti. Abbiamo concesso poco alla Roma e del loro possesso palla non ci è importato molto".  "Ho visto due squadre che volevano vincere - ha replicato Claudio Ranieri -. Noi forse nel primo tempo abbiamo avuto le occasioni per essere più concreti, perchè avevamo fatto molto possesso di palla, ma non abbiamo colpito".

 

"Loro alla prima azione, ci hanno fatto gol, per cui si sono gasati hanno preso più confidenza. Poi per fortuna abbiamo pareggiato - ha continuato il tecnico di Testaccio -. Nel secondo tempo è stata una partita aperta con un'occasione di qua e una di là". E' una Roma da scudetto? "Dobbiamo migliorare. Siamo partiti con l'handicap, dobbiamo sempre fare la rimonta e affrontare sempre le partite come se fossero esami. Ci stiamo impegnando e adesso stanno raccogliendo i frutti".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -