Tsunami calcio scommesse, Signori: ''Abbiate pietà''

Tsunami calcio scommesse, Signori: ''Abbiate pietà''

Tsunami calcio scommesse, Signori: ''Abbiate pietà''

MILANO - E' un autentico tsunami quello che ha travolto il mondo del calcio. La bomba sul mondo del pallone è esplosa mercoledì con un'inchiesta sul calcio scommesse della Procura di Cremona che ha travolto dirigenti di società e giocatori, colpevoli di aver fortemente condizionato negli ultimi mesi il risultato di alcuni incontri dei campionati di serie B e di Lega Pro. Sedici gli arresti, tra cui l'ex capitano della Lazio e attaccante della Nazionale, Beppe Signori.

 

Un'ordinanza di custodia cautelare è arrivata pure all'ex centrocampista Mauro Bressan e ad Antonio Bellavista, ex capitano del Bari.Tra gli indagati c'è anche Stefano Bettarini e il capitano dell'Atalanta Cristiano Doni: il suo nome risultava infatti come referente nelle intercettazioni sulle partite di B. Sotto inchiesta ci sono tre gare dell'Atalanta e una del Siena, neopromosse in A che adesso rischiano grosso. In totale sono 18 le gare sotto inchiesta, tra cui Inter-Lecce.

 

Su questa partita alcuni degli arrestati, fra cui Signori, hanno investito, secondo le indagini, circa 150 mila euro. Il gip di Cremona Guido Salvini, nell'ordinanza di custodia cautelare riguardante le partite truccate, spiega che "la frequenza delle manipolazioni è impressionante» e si giunge «a situazioni in cui sono gestite contemporaneamente fino a 5 partite di calcio da manipolare". Dalle intercettazioni emerge "l'esistenza di una sorta di tariffario di massima per la compera delle partite".

 

Per Signori le accuse sono pesanti. Secondo il gip, l'ex bomber è "leader indiscusso per ragioni di prestigio personale del gruppo di Bologna. Il suo nome non deve essere pronunciato o deve essere pronunciato con cautela. Si preferisce parlare di Beppe nazionale o di colui che ha segnato 200 goal in serie A". Raggiunto telefonicamente dall'Ansa, Signori ha detto solo: "Abbiate pietà. Io non posso dire nulla, incontrerò il mio legale e poi parlerà lui per me".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -