Ungheria, il venerdì a Vettel. Alonso è in agguato

Ungheria, il venerdì a Vettel. Alonso è in agguato

Ungheria, il venerdì a Vettel. Alonso è in agguato

BUDAPEST - E' di Sebastian Vettel la migliore prestazione nella prima giornata di prove libere del Gran Premio d'Ungheria, dodicesimo round del mondiale di F1. Il tedesco della Red Bull ha girato in 1'20''087, precedendo di 497 millesimi la Ferrari di Fernando Alonso. Come ad Hockenheim, anche all'Hungaroring Red Bull e Ferrari hanno dimostrato un passo superiore rispetto alla McLaren. A confermarlo il terzo tempo di Mark Webber davanti a Felipe Massa.

 

L'australiano ha accusato un ritardo di 510 millesimi, mentre il brasiliano di ben 899. Quinto a sorpresa il russo Vitaly Petrov, reduce dal decimo posto in Germania, davanti alla McLaren Mercedes del leader del mondiale Lewis Hamilton (1'21''308). Settimo Robert Kubica (Renault) davanti alla Williams di Nico Hulkenberg, la McLaren di Jenson Button e la Mercedes Gp di Michael Schumacher.

 

Lontani gli italiani, con Tonio Liuzzi (Force India) e Jarno Trulli (Lotus) rispettivamente al 18esimo e 19esimo posto. Due le curiosità del giorno: Button si è presentato al paddock con la sua Jessica Michibata, smentendo così le voci di rottura della sua relazione. Massa invece ha voluto visitare il centro medico e ringraziare lo staff che l'aveva estratto dall'auto e si prese cura di lui dopo il terribile incidente nelle qualifiche in cui rischiò la vita.

 

Nel paddock si respira aria di tensione. Questa volta al centro della polemica c'è l'ala anteriore di Red Bull e Ferrari, che fletterebbero ai lati quando la macchina è in movimento per poi tornare rigide quando la macchina si ferma.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -