Valencia day 1, Badoer cauto: ''importante non fare errori''

Valencia day 1, Badoer cauto: ''importante non fare errori''

VALENCIA - Quindici anni dopo (l'ultimo fu Nicola Larini) un italiano torna a guidare una Ferrari in una gara ufficiale. Luca Badoer ha esordito venerdì mattina a Valencia al volante della F60. Il pilota veneto ha sfruttato le prime due sessioni di prove libere del Gran Premio d'Europa per familiarizzare con la squadra, con la monoposto e con la pista. Al termine della giornata ha completato 62 tornate, la più rapina in 1'42''017 che gli è valsa la 18esima posizione nel turno pomeridiano.

 

Badoer si è detto soddisfatto di come è andata la giornata, consapevole del fatto che sarebbe stato un debutto difficile. "Era fondamentale non commettere gravi errori in modo da poter completare il programma che avevamo stabilito", ha evidenziato. Sabato il pilota 38enne si dedicherà all'assetto della monoposto per adattarla alle sue caratteristiche di guida.

 

Al fianco del ‘debuttante' c'era Michael Schumacher, che ha dovuto rinunciare a prendere il posto del convalescente Felipe Massa per dolori al collo: "gli sono grato - ha confessato -. Per me e' importante poter contare sul suo supporto, soprattutto dal punto di vista umano ma anche, ovviamente, da quello tecnico". Nessun obiettivo per il weekend: "la squadra non mi ha dato un risultato da raggiungere, per me è importante poter riprendere pienamente confidenza con la macchina e con l'universo-Gran Premio".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -