Addio a ventole e dissipatori, il microchip si raffredda ad acqua

Addio a ventole e dissipatori, il microchip si raffredda ad acqua

Addio a ventole e dissipatori, il microchip si raffredda ad acqua

Il vostro processore raggiunge una temperatura superiore ai 90 gradi? La soluzione è una bella secchiata d'acqua. Non è uno scherzo, ma è il nuovo sistema adottato da Ibm in collaborazione con il Fraunhofer Institut di Berlino. Addio a mega ventoloni e a enormi dissipatori posizionati sul microchip: ora il miglior sistema di raffreddamento è ad acqua.

 

E' quanto ha riferito lo stesso colosso americano.


I ricercatori di una delle più famose aziende del settore sono riusciti a integrare all'interno delle strutture di raffreddamento del chip piccole canaline d'acqua, simili a delle tubazioni sottili quanto un capello. In questo modo tramite le proprietà fisiche dell'acqua sarà possibile rimuovere il calore direttamente dalla fonte.


Ancora il sistema non è altro che un prototipo, ma si pensa che tra non molto possa essere adottato per il raffreddamento della maggior parte dei personal computer.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -