Crisi, la stampa Usa sull'orlo del crack

Crisi, la stampa Usa sull'orlo del crack

Crisi, la stampa Usa sull'orlo del crack

La crisi colpisce anche l'editoria. E negli Stati Uniti è allarme per il futuro di Tribune, gruppo che controlla gli otto maggiori quotidiani negli Stati Uniti, tra cui il Chicago Tribune e il Los Angeles Times ma anche alcuni canali televisivi. Secondo quanto si è appreso il gruppo ha un patrimonio di 7,6 miliardi di dollari e 12,97 miliardi di debiti.

 

Per far fronte alle necessità finanziarie, il gruppo guidato dal magnate immobiliare Sam Zell,  aveva cercato di fare cassa mettendo in vendita la squadra di baseball dei Chicago Cubs e lo stadio Wrigley Field, ma finora senza successo.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche il New York Times è in crisi di liquidità. Per trovare i 225 milioni di euro necessari al gruppo, il più prestigioso quotidiano degli Stati Uniti ha deciso di ipotecare il suo colossale grattacialo di 52 piani progettato da Renzo Piano. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -