Gare a chi mangia di meno, in Spagna 'spopolano' i siti pro-anoressia

Gare a chi mangia di meno, in Spagna 'spopolano' i siti pro-anoressia

Gare a chi mangia di meno, in Spagna 'spopolano' i siti pro-anoressia

La parte ‘malata' di Internet torna a far parlare di sé. Dopo i siti inneggianti alla violenza e addirittura alla difesa dei pedofili, sono apparsi in Spagna circa 400 siti a favore della bulimia e dell'anoressia. E' quanto riferito dal quotidiano iberico "ABC", secondo il quale la polizia ha gia intercettato e schedato tali siti e blog, frequentati e gestiti perlopiù da ragazze (e bambine) tra i 12 e i 28 anni. Alla procura generale spagnola spetta ora la decisione di prendere o meno delle misure di sicurezza verso tali siti.

 

ABC riferisce che sicuramente scaturirà un dibattito giuridico, in quanto non esiste nei codici in vigore un ‘reato' che corrisponda esattamente a questa situazione.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nei vari spazi web si discute e si ‘inneggia' alla bulimia e anoressia, vere e proprie piaghe della società moderna e in continua evoluzione. I siti vedono le due malattie non come tali, non come problemi, bensì come veri e propri stili di vita, ignorando (e nascondendo) il fatto che tali malattie possono portare alla morte. Tra l'altro in alcuni di questi blog sono state realizzate delle vere e proprie gare di ogni genere: da chi perde più chili, a chi lo fa in meno tempo, a chi riesce a non toccare acqua e cibo per più di 24 ore.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -