Google strizza l'occhio agli editori: notizie a pagamento sul motore di ricerca

Google strizza l'occhio agli editori: notizie a pagamento sul motore di ricerca

Google strizza l'occhio agli editori: notizie a pagamento sul motore di ricerca

Notizie a pagamento su Google? Pare proprio di sì e si annuncia come una vera e propria rivoluzione. La piattaforma "Newspass" che è in queste settimane in fase di test da parte del gigante di Mountain View, prevede un duplice vantaggio per gli editori che aderiranno e (ovviamente) per il motore di ricerca: consentirà, infatti, con un semplice click di acquistare il giornale generando un introito che sarà suddiviso tra Google e l'editore del giornale acquistato. Il sistema dovrebbe partire entro l'anno.

 

E' una scelta strategica oltre che imprenditoriale quella che il colosso del web sta portando avanti. Già perché uno degli ostacoli storici che Mountain View deve affrontare nel corso della propria attività è quella del suo rapporto con gli editori tradizionali, che temono la concorrenza del web e imputano alla disponibilità di notizie on-line il crollo delle vendite in edicola e degli investimenti pubblicitari.

 

Google ha messo a punto "Newspass" anche per venire incontro alle continue rimostranze degli editori tradizionali, che in Italia sono arrivati al punto di presentare un esposto all'Antitrust al quale, peraltro, ha partecipato anche Anso, l'associazione dei piccoli editori di giornali on-line a carattere locale. Al centro del contendere il ruolo di Google News e l'influenza che la presenza all'interno del motore di ricerca riservato alle notizie ha nel posizionamento delle testate nel motore di ricerca tradizionale.

 

Tornando però a Newspass, dalle prime informazioni pare che la stessa piattaforma consentirà agli editori di far pagare le proprie notizie non solo tramite pc ma anche attraverso  telefoni cellulari, iPad e tablet pc. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -