Microsoft, ultimatum a Yahoo!: ma l'affare salta

Microsoft, ultimatum a Yahoo!: ma l'affare salta

Microsoft, ultimatum a Yahoo!: ma l'affare salta

Nuovo capitolo nella vicenda infinita della guerra tra Yahoo e Microsoft. Il colosso dell'informatica fondato da Bill Gates, ha lanciato un'offerta-ultimatum al secondo motore di ricerca più popolare al mondo. Un'offerta estrema e conclusiva, che ha però incassato nuovamente il no di Yahoo!, che ha risposto anche in modo piuttosto stizzito.

 

L'offerta era stata presentata da Microsoft in collaborazione con Carl Icahn, azionista di Yahoo! che più di ogni altro ha spinto per le nozze con l'azienda leader nel mondo dei software a larga diffusione.

 

Secondo alcune indiscrezioni, l'offerta di Microsoft era relativa alla sola parte del motore di ricerca, con un ‘canone' minimo annuo di 2,3 miliardi di dollari per quattro anni (con opzione per un quinto) e un reveneu sharing di 1,6 miliardi di euro per altri cinque anni.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secco il no della compagnia fondata da Jerry Yang (che tra pochi giorni rinnoverà il proprio consiglio d'amministrazione). "Microsoft e Icahn stanno cercando di smantellare la nostra compagnia mettendo a disposizione il nostro search business a Microsoft in termini svantaggiosi per gli azionisti Yahoo - attacca con una pesante dichiarazione Roy Bostock, presidente di Yahoo! - Siamo pronti a lasciare ai nostri azionisti, e non a Microsoft e Carl Icahn, la possibilità di decidere cosa sia nel loro migliore interesse".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -