Sicurezza: la piaga dei virus colpisce un computer su quattro

Sicurezza: la piaga dei virus colpisce un computer su quattro

Sicurezza: la piaga dei virus colpisce un computer su quattro

Virus, trojan horse, spyware, malaware, dialer e chi più ne ha più ne metta. Non c'è antivirus che tenga, e le cifre diffuse dalla Polizia Postale italiana parlano chiaro: un computer su quattro è infetto. La ricerca, che mirava a constatare lo stato di salute dell'utenza della Rete, ha fornito un dato sicuramente allarmante: ben il 23% dei computer d'Italia è considerato ‘malato'. Una percentuale che ci colloca purtroppo sul gradino più basso del podio in Europa, e al decimo posto in tutto il mondo.

 

Numeri che quindi devono allarmare sia gli utenti che gli ‘addetti ai lavori', anche se nel resto del mondo non va sicuramente così meglio. Nei soli Stati Uniti sono ben 60 milioni i pc colpiti e infettati da file ‘pericolosi', e sia in Italia che oltreoceano, gli esperti informatici e le autorità continuano a dire come la piaga sia estesa non solo a livello domestico, ma anche in quello professionale.

 

Spiega Maurizio Masciopinto, direttore della divisione investigativa della Polizia Postale: "Le imprese grandi hanno affrontato il problema nel modo giusto ma quelle piccole si affidano spesso a consulenti e pseudoesperti che non sono tali, così finisce che i loro server siano usati come teste di ponte per attacchi informatici".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli fa eco Romano Stasi, Responsabile della segreteria Tecnica Abi Lab: "Sono oltre 10 milioni i cittadini che hanno scelto di fare operazioni e pagamenti bancari online. E' dunque importante lavorare per creare un circuito virtuoso di informazione e formazione in modo che il dato dei clienti cui vengono sottratti dati personali (0,03%) diminuisca ancora di più".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -