Spam, ecco la 'sporca dozzina' di Sophos

Spam, ecco la 'sporca dozzina' di Sophos

Spam, ecco la 'sporca dozzina' di Sophos

Stati Uniti, Russia e Turchia. Sarebbe un podio di tutto rispetto, se non fosse che nessuno di questi tre stati avrebbe voluto essere su uno di quei gradini. Sì, perché quei paesi sono ai primi tre posti per produzione di spam a livello mondiale, tra aprile e giugno 2008.

 

La classifica dei dodici paesi più ‘prolifici' al mondo per quanto riguarda la spazzatura informatica è stata stilata da Sophos, società che si occupa di sicurezza informatica e di tecnologia di controllo dell'accesso alla rete.

 

Un volume, quello dello spam, in crescita spaventosa. Se nei primi tre mesi dell'anno era aumentato del 92,3%, i messaggi indesiderati sono riusciti addirittura a ‘migliorare' nel secondo trimestre 2008, con un incremento del 96,5%. In pratica, solo una mail su ventotto non è da buttare nel cestino.

 

Gli Stati Uniti sono i tristi leader di questa speciale classifica, con il 14,9% dello spam prodotto, seguiti da Russia (7,5%) e Turchia (6,8%). Seguono a ruota Cina (5,6%), Brasile, Polonia, Italia (3,6%), Corea del Sud, Gran Bretagna, Spagna, Germania e Argentina, che toglie dal 12esimo posto ‘utile' per entrare in classifica la Francia. Il 37,7% dello spam è invece prodotto dal resto del mondo.

 

A livello continentale primeggia l'Asia (35,4%), seguita da Europa (29,5%), America del Nord (18,2%), America del Sud (14,8%) e Africa (1,2%).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -