Un ingegnere informatico smaschera l'attacco hacker più grande della storia

Un ingegnere informatico smaschera l'attacco hacker più grande della storia

Un ingegnere informatico smaschera l'attacco hacker più grande della storia

E' solamente grazie alla tempestività e alla professionalità di un ingegnere specializzato nella sicurezza informatica, Alex Cox, se quello che poteva presentarsi come il più grande attacco hacker della storia è stato scongiurato. Cox, che lavora per la NetWitness (azienda americana che si occupa della sicurezza su internet), ha infatti scoperto che circa 2500 aziende sparse per 196 Paesi, avrebbero subito l'attacco degli hacker, per un totale di circa 75.000 computer e server infettati.


Le vittime più colpite sarebbero stati l'Egitto, il Messico, gli USA, la Turchia e l'Arabia Saudita.

 

Gli hacker puntavano, attraverso l'immissione di virus, ad ottenere i dati di accesso alle e-mail, numeri di carte di credito, dati aziendali in particolare di quelle operanti nel settore farmacologico ed informazioni tecnologiche.

 

L'attacco, nonostante sembra non sia andato a buon fine, era comunque già iniziato in Germania circa un anno fa: lo spyware responsabile è lo ZeuS.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Costa
    Costa

    Bisognerebbe passare a Linux Ubuntu, non Windows che è troppo vulnerabile dai virus.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -